Questo articolo ha l’obiettivo di suggerire un percorso di sostegno per l’individuazione e costruzione di un proprio progetto professionale, realizzabile attraverso:

  • La ricostruzione, l’analisi e la rielaborazione della propria storia lavorativa, formativa e personale;
  • Una riflessione sui propri interessi e sulle motivazioni;
  • La conoscenza delle opportunità e dei vincoli che pone il mondo del lavoro.

 

Attraverso un orientamento guidato su di sé e sul mondo del lavoro si può intraprendere un cambiamento che permetta di dare un nuovo significato al proprio percorso di vita, stimolando un processo di attivazione responsabile che porti all’autorealizzazione, valorizzando le proprie risorse.

 

Un progetto professionale è una proiezione di sé verso il futuro che tiene conto delle proprie competenze, dei propri interessi, delle opportunità e dei limiti propri e del mercato del lavoro.

E’ l’immagine di una situazione, di una condizione lavorativa che si pensa di raggiungere e prevede un piano, un programma e una decisione.

Per riuscire a definire il proprio progetto professionale è fondamentale riflettere e avere consapevolezza su di sé e sul mercato del lavoro ed essere quindi in grado di regolare il proprio comportamento esercitando una qualche forma di controllo sul proprio futuro.
Una scelta professionale consapevole tiene conto di quali sono:

  • Motivazioni, bisogni ed obiettivi;
  • Abilità;
  • Conoscenze;
  • Il modo di essere, di relazionarsi ed agire;
  • Interessi
  • Valori
  • Ambiente e modalità di lavoro a sé più congeniali
  • Opportunità e vincoli che offre il mercato del lavoro

Possiamo anche affermare che il progetto professionale risponde a queste domande:

  • Cosa so e mi piace fare?
  • Cosa voglio?
  • Quali sono gli ostacoli per raggiungere la mia meta?
  • Come posso superarli?
  • Quali azioni devo mettere in atto per realizzare il mio obiettivo?

 

Cosa viene richiesto a te personalmente?

  • Un ruolo attivo e quindi partecipare in prima persona alla gestione del tuo futuro;
  • Un impegno costante in tutte le attività del percorso che prevedono momenti di attenta ed accurata riflessione e costruzione, momenti di social networking e web training;
  • La disponibilità a mettersi in gioco utilizzando questo percorso ed i suoi strumenti in modo consapevole, cogliendo le opportunità di un confronto;
  • La disponibilità ad investire del tempo necessario per compiere i passi previsti per la costruzione del tuo progetto professionale.

 

E’ importante confrontarsi con chi sia in grado di guidarti ad una attenta analisi e riflessione della propria storia professionale e formativa, facendoti focalizzare sui reali aspetti cruciali.

Da questa analisi si possono poi declinare le esperienze e le conoscenze in competenze, intese come un insieme di elementi e processi che concorrono all’ efficacia di un comportamento professionale.

Possono essere distinte in questo modo:

 

  • Competenze di base, i “saperi minimi”
  • Competenze tecnico/professionali, derivanti da percorso formativo e/o professionale intrapreso o fatto;
  • Competenze trasversali, non specifiche, relazionali, diagnostiche, d’azione.

 

E’ importante considerare quale potrebbe essere l’ambiente di lavoro ideale, che permetta di esprimersi al meglio, sentirsi a proprio agio e far emergere il proprio talento.
Riconoscere le proprie preferenze e bisogni legati al lavoro aiuta a:

  • Riflettere con più attenzione sul futuro professionale;
  • Indirizzarsi verso un ambito professionale particolarmente importante per sé;
  • Scegliere ciò che in futuro potrà aumentare la propria soddisfazione.

Sefora Rosa

Visit Us On FacebookVisit Us On LinkedinVisit Us On TwitterVisit Us On InstagramVisit Us On Google PlusVisit Us On Pinterest